Trasporto degli animali sui treni, cambiano le regole

Trasporto degli animali sui treni, cambiano le regole
Dal 1° ottobre non potranno più salire a bordo i cani di media e grossa taglia. Tutti gli altri viaggeranno gratis negli appositi contenitori.
Roma, 22 settembre 2008

Dal prossimo 1° ottobre cambiano le regole per il trasporto in treno degli animali. Resta confermata la possibilità di viaggiare con animali di piccola taglia, cioè di cani e gatti che pesino non più di sei chilogrammi, e con altri animali domestici , ma sarà vietato salire a bordo dei treni con cani di media e grossa taglia.

Gli animali ammessi a bordo viaggeranno gratis, ma negli appositi “trasportini” da collocare negli spazi tra i sedili (sui treni ETR460, 480 e 500. Sono esclusi gli ETR 450) . L’accompagnatore dovrà inoltre esibire un certificato veterinario che attesti l’assenza di infestazioni o patologie trasmissibili. Il certificato dovrà essere esibito anche per i cani accompagnatori dei ciechi, per i quali le altre regole non cambiano: i non vedenti potranno farsi sempre accompagnare dal loro cane guida.

L’iniziativa del gruppo FS rientra nei provvedimenti per garantire la qualità, in termini di pulizia, del viaggio.

Per approfondire

Che ipocriti! Se vuoi il treno pulito, paghi delle persone che puliscano un po’ più spesso!!

Ovviamente, solo noi:

  • Svizzera: cani piccoli gratis, cani grandi pagano
  • Germania: cani piccoli gratis, cani grandi pagano come bambini
  • Finlandia: cani gratis, anche grandi, anzi, ci sono pure le cuccette dedicate (credo per evitare problemi a chi è allergico)
  • non vado avanti perché mi sembra che l’andazzo sia evidente.

Nei paesi civili il cane sale sul treno…

Aggiornamento 6-Ott

I pusillanimi hanno fatto marcia indietro. Ora si lamentano perché dovranno trovare altre soluzioni per mantenere l’igiene delle carrozze… e hanno ragione a lamentarsi, dovrebbero insegnare al popolo caprone degli italiani a rispettare le cose pubbliche!

E’ buffo quanto i nostri dirigenti/governanti abbiano la memoria corta, fino a pochi anni fa era normale avere scompartimenti e zone per fumatori e non-fumatori, ora nessuno valuta l’idea di fare zone per amanti-dei-cani e non (allergici, vestiti troppo bene per rischiare una amichevole nasata, …). Sarebbe bello poi scoprire che quelle per cinofili sono mediamente più pulite!! 😛

Aggiornamento 12-Ott
Da una nota del Ministero della Salute:
Sospeso divieto presenza cani di taglia grande sui treni

“A tale proposito vorrei sottolineare che i parassiti trovati sui vagoni sono in assoluta preminenza cimici, ovvero parassiti che popolano l’essere umano e non il cane”.

  • Lucia

    E’ una vergogna che i cani in italia non possano viaggiare in treno come sui treni del resto del mondo

  • susanna

    Lascio un commento per “sponsorizzare” le Repubblica Ceca dove i cani sono ammessi praticamente ovunque e dove un viaggio in treno costa solo 15 corone (circa 50 cents). Io poi sono stata con la mia cucciolona a Praga e abbiamo trovato un b&b molto grazioso proprio al centro e dove si poteva stare tranquillamente con il cane ( se vi interessa vi lascio il link http://www.castlesteps.it/ ).
    Viva la Cechia! cavolo, dovremmo proprio imparare da loro riguardo il rispetto per gli animali:) il cane lo puoi veramente portare dove vuoi, anche al ristorante e la gente mica ti urla contro, anzi le fanno sempre una carezza.