Le ganasce le mettono per il nostro bene!

Ieri notte, dopo due minuti a chiacchierata con un vigile ho raggiunto questa alta “verità”, **Le ganasce le mettono per il nostro bene!**

Prima delle ganasce le macchine venivano indistintamente rimosse e portate al deposito.
Il padrone per recuperare le macchina doveva pagare la multa ed il trasporto. In particolare il trasporto dipende (tutt’ora) dalla distanza tra il deposito ed il luogo dove è stata rimossa la macchina.

Cosa hanno detto i nostri amministratori: “Che ingiustizia, chi vive vicino al deposito paga meno di chi vive lontano!
Mettiamo le ganasce, così le macchine rimangono dove sono, distribuiamo il deposito un po’ per tutta Firenze e tutti sono più felici!”

Continua a leggere

Ma che hanno fatto a Firenze?

La gente non è più fiera di essere fiorentina, si vergogna quasi… nessuno si sognerebbe mai di fermare la merda che mi ha rubato il sellino delle bicicletta… né per senso di giustizia, né per orgoglio cittadino. Poi magari la merda ha agito inosservata, ma non credo in via Scipione Ammirato…

Ladro, sei un infame, mi sono dovuto fare in piedi fino a casa!

Spero che ti stronchi e stia male fino a quando non mi passa l’incazzatura!

Ma la gente da chi deve imparare? Dal Comune che finisce la “pista-marciapiede ciclabile” sul lungarno giusto per la commemorazione dei 40 anni dell’alluvione?

E le bici in questi 40 anni?

Chi credono di prendere in giro? Sperano di fare bella figura con questi metodi meschini?

Bah

Firenze che muore

Ieri sera sono andato da Firenze Sud (dove abito) a V.le Corsica in bicicletta.
Anni fa lo facevo spesso, perché lá c’è la sede del reparto (scout) che frequentavo.

*Non ho mai avuto tanta paura di essere travolto come ieri quando sono arrivato vicino alla Fortezza.*

E mi sono domandato…

**Cosa caßßo ci fa un’autostrada a 4 corsie tra il Duomo e la Fortezza?**

O’ non s’era detto che le macchine inquinavano?

E quindi che bisogna favorire i trasporti comuni o non inquinanti?

E che fanno a Firenze? Ti raddoppiano le strade… ma non tutte per benino, un pezzo qua e un pezzo là, giusto perché l’autista possa sfogare il motore tra un ingorgo ed il successivo…

Ma dove l’hanno studiata urbanistica? A Legoland?

… siamo fiorentini e siamo condannati ad avere paura.

– abbiamo paura a prendere la macchina, perché il traffico non ha pietà e non si parcheggia da nessuna parte,
– abbiamo paura a prendere l’autobus, perché non possiamo fidarci della puntualitá,
– abbiamo paura ad andare in bicicletta, perché temiamo che un autista stressato ci asfalti,
– abbiamo paura ad andare a piedi, perché le strisce sono decorative e l’aria fa schifo.

nsomma, siamo condannati ad aver paura finché il prosciutto ci proteggerà gli occhi.

Chi è il bischero che ha fatto il sottopasso di Ponte alla Vittoria? Chi gli ha dato l’abilitazione a progettare curve e cunette? Mandatelo a fare i percorsi per le gare di motocross che è più portato!!!

Maremma, quando succede un danno, o non salta fuori il nome o gli fanno subito l’indulto per lasciarlo tornare a casa… non è mica vero, spero di svegliarmi e che sia un incubo…