WebSella banca online… ma come…

Ho aperto da poco un conto online con WebSella, diciamo non ho metri di paragone ma non mi trovo male.

A parte le inutili scartoffie e firme multiple a cui uno a è obbligato… a domanda «Posso non firmare qualcosa e aprire il conto lo stesso?» La risposta è uno stupito «No»… e allora una seconda domanda sorge spontanea… «Perché allora mi fai consumare una penna per 1000 firme! Fammi firmare in fondo e non rompere!»

Ma lasciamo perdere le vane incavolature… veniamo al sodo!

Da qualche mese il sito WebSella è stato modificato, «Wow, hanno aggiornato quel catorcio coi frame! Sono arrivati anche loro nel duemila!!» qualcuno potrebbe sperare!

Continua a leggere

Rai.it – Report – L’ALTRO MODELLO

di Michele Buono, Piero Riccardi
In onda domenica 16 Marzo ore 21.30

18/03/1968 DISCORSO ROBERT KENNEDY UNIVERSITA’ DEL KANSAS

“Non troveremo mai un fine per la nazione né una nostra personale soddisfazione nel mero perseguimento del benessere economico, nell’ammassare senza fine beni terreni.

Non possiamo misurare lo spirito nazionale sulla base dell’indice Dow-Jones, né i successi del paese sulla base del prodotto interno lordo (PIL).

Il PIL comprende anche l’inquinamento dell’aria e la pubblicità delle sigarette, e le ambulanze per sgombrare le nostre autostrade dalle carneficine dei fine-settimana.

Il PIL mette nel conto le serrature speciali per le nostre porte di casa, e le prigioni per coloro che cercano di forzarle. Comprende programmi televisivi che valorizzano la violenza per vendere prodotti violenti ai nostri bambini. Cresce con la produzione di napalm, missili e testate nucleari, si accresce con gli equipaggiamenti che la polizia usa per sedare le rivolte, e non fa che aumentare quando sulle loro ceneri si ricostruiscono i bassifondi popolari.

Il PIL non tiene conto della salute delle nostre famiglie, della qualità della loro educazione o della gioia dei loro momenti di svago. Non comprende la bellezza della nostra poesia, la solidità dei valori familiari, l’intelligenza del nostro dibattere. Il PIL non misura né la nostra arguzia né il nostro coraggio, né la nostra saggezza né la nostra conoscenza, né la nostra compassione né la devozione al nostro paese. Misura tutto, in breve, eccetto ciò che rende la vita veramente degna di essere vissuta.

Può dirci tutto sull’America, ma non se possiamo essere orgogliosi di essere americani”.

(Robert Kennedy)

Rai.it – Report – L’ALTRO MODELLO

Il turco meccanico, sfuttamento 2.0?

L’anno scorso Amazon ha lanciato un nuovo servizio:

Il ritorno del turco meccanico

Per chi non lo sapesse il Turco Meccanico era una macchina per giocare a scacchi ideata nel 1769 dall’ungherese Wolfgang von Kempelen. Le capacità scacchistiche del congegno stupirono mezza Europa fino a quando non si scoprì che dentro la macchina albergava un maestro di scacchi umano nano.

Ora Amazon ha lanciato il suo ultimo intrigante servizio web usando proprio il nome di Mechanical Turk. Si tratta in pratica di un sito all’interno del quale gli utenti possono richiedere ad altri utenti di svolgere delle piccole attività che l’uomo fa meglio di una macchina. continua…

Dopo un primo momento di interesse, penso tutti avranno provato a svolgere qualche lavoretto, ne avranno trovato uno veloce, avranno fatto il lavoro richiesto, magari tracciato i bordi di una strada, o classificato un sito web, e…

Che bello, dopo un oretta di lavoro, se mi convalidano tutti le mie HIT ho guadagnato 0.03$ !!

Questo mi ha fatto pensare… chi può trovare vantaggioso svolgere questi lavori?

Siamo alla versione 2.0 dello schiavismo? Possiamo permettere ad una azienda di comprare un servizio ad un decimo del suo prezzo solo perché non c’è limite alla disperazione?

Meglio lavorare così e guadagnare qualcosa che non guadagnare nulla, penserà qualcuno.

Ma in questo modo le multinazionali tengono in scacco intere nazioni povere, perché elemosinano lavoro, senza speranza di uscire dall’abisso…

Quanto ti devo dare per prestarti dei soldi?

Si lo so, ma a una banca un po' di banda gliela posso fregare, non mi farete mai sentire in colpa!È questo il succo del servizio bancario oggi:

*Un canone di solo 4,90 euro al mese*

La pubblicità martella alla televisione, insomma, io ti presto dei soldi, e te banca per tenerli ne vuoi ancora? Cioè li metti via in cassaforte e un’omino ci gira attorno pagato con i 4,90 al mese?

Poi mi dici il prezzo al mese? Per prendermi in giro?

“solo” 4,90 al mese sono **58,80 € l’anno**!

Quasi 60 €, e mi dai ([Conto Intesa Light](http://www.bancaintesa.it/piu/jsp/Editorial)):

– **interessi ignoti**, magari sarà una noticina minuscola, magari possono anche essere negativi… chi sa
– **bancomat**! che culo, postepay è quasi gratis…
– **accesso online**… e che mi volevi offrire l’accesso in calesse? Siamo nel 2000, se non vengo in filiale risparmi anche te… non mi prendere in giro!
– **libretto assegni**… e mi volevi lasciare senza??
– **domiciliazione utenze**… via, fa tutto un programma… non mi raccontare che è un costo vivo…
– e la perla finale **estratto conto trimestrale a colori**, capito “a colori”!!

… e te che ti intigni a mettere i soldi alla cooppe, dove non c’avrai i’ bancomat, ma almeno, te gli presti i soldi e loro ti danno gli interessi!

Banca Intesa… Intesa con chi non si sa, ma con me poca!

Un’altra opinione: [Banca Intesa – Opinione – conto quanto mi costi](http://www.ciao.it/Banca_Intesa__Opinione_717123) (l’aggiornamento quasi in fondo)

Prodi: “Fare la Tav per onorare gli impegni internazionali”

Prodi ad una conferenza sulla TAV
Prodi: “Fare la Tav per onorare gli impegni internazionali” – economia – Repubblica.it

Ha, ha! Onorare gli impegni internazionali? Bella scusa!

La TAV non serve!! Non servirà tra 20 anni!!

* La gente vuole comprare il salame toscano, in Toscana! La mortadella bolognese, a Bologna!
* La gente è stufa di comprare a scatola chiusa, è stufa di comprare cose di origine ignota!
* La gente è stufa di comprare cose che se si rompono non possono essere riparate!

Ci vorrebbe una legge che impedisce l’apertura di nuovi cantieri se non sono stati finiti i lavori nei vecchi cantieri! La Firenze-Grosseto la volete finire di qui a 20 anni o no?

Governo di parolai… e di sicuro rubano anche loro, solo in modo meno evidente… :-(