Le ganasce le mettono per il nostro bene!

Ieri notte, dopo due minuti a chiacchierata con un vigile ho raggiunto questa alta “verità”, **Le ganasce le mettono per il nostro bene!**

Prima delle ganasce le macchine venivano indistintamente rimosse e portate al deposito.
Il padrone per recuperare le macchina doveva pagare la multa ed il trasporto. In particolare il trasporto dipende (tutt’ora) dalla distanza tra il deposito ed il luogo dove è stata rimossa la macchina.

Cosa hanno detto i nostri amministratori: “Che ingiustizia, chi vive vicino al deposito paga meno di chi vive lontano!
Mettiamo le ganasce, così le macchine rimangono dove sono, distribuiamo il deposito un po’ per tutta Firenze e tutti sono più felici!”

E tutto sarebbe bello, se non che questa “soluzione” non risolve il problema.

Se ti rimuovono la macchina devi sempre pagare in proporzione alla distanza parcheggio-deposito. A quando un prezzo “medio” che risolva questa ingiustizia grazie alla quale ci avete regalato le ganasce?

Poi vorrei vedere un po’ di dati statistici… me li immagino:

– **Prima delle ganasce:**
– Multa + deposito? 10%
– Multa? 90%

– **Dopo l’avvento delle ganasce:**
– Multa + deposito? 5%
– Multa + ganasce? **35%** (a occhio, ma ne vedo tante)
– Multa? 60%

Per ridurre del 5% l’ingiustizia abbiamo lavoro per molti carristi e più soldi per il Comune! Non c’è che dire, ottima scelta!

Tanto le palle che girano a quel 30% che prima se le cavava con una multa non costa mica nulla al Comune… (Comune, benessere comune, cosa comune… bah…)