LAV, Lega Anti Volontariato

tit-home.gifOggi la LAV ha gridato allo scandalo! Gli scout insegnano ad uccidere gli animali!

Non c’è niente di più perverso di una associazione che cerca notorietà per il 5×1000 sulla pelle di un’altra associazione di volontariato.

Il sito incriminato è una, inopportuna quanto volete, traduzione di un manuale di sopravvivenza americano, disponibile da anni gratuitamente in internet. Nulla di nuovo sotto il sole, se hai fame, se sei solo nel bosco… prima di morire ti mangi il mangiabile, anche se sei vegetariano convinto!

Vi racconto la storia, come credo che sia andata:

Il gruppo scout XYZ decide di fare un sito web, e chiede al volontario “computerizzato” di turno:

Lo fai te il sito di gruppo?

Il volontario Pippo comincia a buttare giù il sito, magari è un ragazzo, con tanta voglia di fare ma poca esperienza educativa, pensa un po’ a che cosa mettere di interessante nel sito, e trova un completo manuale di sopravvivenza. Non ci sta a pensare molto, magari non se lo legge nemmeno tutto, e lo mette nel sito.

Per caso i dirigenti ed i responsabili non notano le pagine del sito sulla sopravvivenza, e così il tono truce del manuale passa inosservato per mesi.

Passa il tempo, e qualcuno della Lav nota il sito.

Per misteriose ragioni il webmaster e i dirigenti della sezione si accorgono di essere stati denunciati dal giornale… senza nessun avviso preventivo.

Mi vengono in mente un paio di riflessioni:

* La sezione XYZ ha commesso un errore, ha inserito un testo crudo e brutale, con superficialità e senza segnalarlo in modo ben visibile.
* Il giornalista di turno ha scritto un articolo indegno del suo albo, si arrampica sugli specchi in chiusura ma non ha avuto l’onestà professionale di contattare entrambe le parti prima di scrivere.
* La LAV, o almeno i suoi dirigenti, hanno ben altri interessi che non il benessere degli animali. Infatti una persona onesta avrebbe avvertito il responsabile del sito, non avendo successo avrebbe cercato i responsabili legali della sezione, e fallendo pure in questo avrebbe proceduto per vie legali. Avesse avuto una coscienza, avrebbe evitato il linciaggio mediatico al gruppo scout agendo col massimo riserbo di chi fa notare lo sbaglio ad un amico.

La Lav non ha agito così, e io i soldi del 5×1000 a dei meschini che trattano così gli uomini non glieli do. Non voglio neanche sapere come trattano gli animali.

Ecco la lettera che ho inviato all’indirizzo della Lav [email protected]:

Mi scuso con chi leggerà questo messaggio, perché sicuramente è l’ultimo
ed il più lontano dal responsabile che ha macchinato questo scandalo.
Credo nella lotta della Lav, ma comincio a dubitare che vi siano persone
degne del loro ruolo a gestire l’associazione.

—————————-

Esprimo il mio sdegno per il comportamento della Lav nei confronti del
sito del gruppo scout.

Tra associazioni con fini sociali mi aspetterei maggiore collaborazione
e meno populismo.

Prima di gridare allo scandalo, potevate appurare la fonte del testo,
ben nota, manuale di soprevvivenza della difesa americana. Accessibile
in numerosi siti internet da anni. Un messaggio al webmaster e la
pagina sarebbe stata modificata o rimossa.

Spero che la volontà di usare il fatto per farvi pubblicità per il
5×1000 risulti vana, perché non è cosí che si lavora per il bene degli
animali e dell’umanità.

Grazie per la collaborazione a favore del volontariato italiano!

Saluti,
Matteo Bertini
scout fiorentino

I mei post sul forum Animali e Dintorni del Corriere della Sera:

* U.S. Army Field Manual, No. 21-76, Survival
* LAV, il randello degli ipocriti?
* Testo incriminato

  • proch

    Purtroppo hai ragione da vendere!
    La mia sezione ha deciso di NON proporre il 5×1000… abbiamo sempre cercato di autofinanziare le nostre attività, e se lo stato chiede delle tasse devono essere usate dallo stato per i cittadini, non ridistribuite in maniera indegna come si fa da anni per l’8×1000…

    ahinoi!

    proch