E ora è presidente delle Repubblica…

Dal presidio di Chiaiano

Dal Presidio di Chiaiano, Emilia Santoro ed Ettore Latteri mi scrivono una mail molto interessante.

RIFIUTI BIPARTISAN

Va registrata con particolare soddisfazione la corposa presenza di Giorgio Napolitano sulla stampa del 18 ottobre. Interpellato sulla bocciatura UE al governo per le politiche ambientali, il Presidente evidenzia la sua preoccupazione pur sottolineando che “la tutela ambientale non va scollegata dalle esigenze di sviluppo economico”. Un colpo al cerchio e uno alla botte, cosa che ci ricorda i celebri “ma anche” veltroniani. Nello stesso giorno Napolitano mantiene tale posizione a proposito della riforma scolastica della Gelmini, rimproverandone gli oppositori col monito “Non si possono dire sempre dei no”. Il concreto, moderato, pragmatismo del Presidente (pur sempre il motivo principale del consenso “bipartisan” di cui gode) però vacilla stranamente quando torna sul tema rifiuti.

E’ il “senso di vergogna” che dice di provare “da napoletano” ad indurlo ad un deciso sfogo verso gli oppositori all’inceneritore di Acerra che, spiega, “non è una macchina diabolica, io ne incoraggio molto la realizzazione”.

… continua sul blog di Luttazzi